Teatro

 
  → Laboratori di gioco e teatro.

Laboratori di teatro per bambini. Giochi di drammatizzazione con il corpo, la voce e le emozioni. Un modo diverso di imparare giocando!

 
        → Laboratori teatrali.

Percorsi di teatro e di studio delle tecniche dell'attore, del corpo e della voce e delle emozioni, un'analisi dello spazio scenico e del tempo teatrale, per arrivare divertendosi alla realizzazione di uno spettacolo finale. Esplorazione nella “galassia” del teatro.

 
 → Alice nel Paese dei Diritti.
Percorso formativo in collaborazione con Amnesty International. Un modo insolito per conoscere i propri diritti ed imparare giocando con il racconto e la favola.
 
  → Teatro, gioco e relazione.

Laboratorio teatrale di educazione alla relazione e all’ascolto, per la prevenzione al bullismo.

 
  → Città dei bambini.

Laboratorio sulla cittadinanza. Tutti i bambini daranno vita ad una piccola Città dentro la Scuola, con drammatizzazioni e rielaborazioni di mestieri e luoghi che ci rendono comunità.

 
     → LAB.TEA. Esplorazione nella “galassia” del teatro.
Laboratorio Teatrale. Un percorso di studio delle tecniche dell'attore, dello strumento-corpo e dello strumento-voce, un'analisi dello spazio scenico e del tempo drammaturgico, per arrivare divertendosi alla realizzazione di uno spettacolo finale.
 
        → Scrittura Creativa.

Laboratori di scrittura creativa per tutti e per tutti i gusti. Dalla realizzazione dei copioni degli spettacoli alla scrittura di favole e racconti per grandi e piccoli.

 
  → Noi siamo una favola!
Laboratorio Teatrale. Laboratorio di animazione teatrale per imparare giocando a stare insieme, ad usare il nostro corpo e la nostra voce in modo divertente per raccontarci agli altri.
 
  → La Bottega.
Laboratorio manuale, ludico e teatrale che porterà, a seconda delle decisione del gruppo di lavoro, ad uno spettacolo, ad una fiera del libro, ad una mostra mercato di oggetti, giocattoli, libri interamente realizzati durante il progetto.
 
 
→ Il Cappello del Mago
Letture animate per bambini da 0 a 99 anni da fare a casa, in libreria, a scuola, in biblioteca o in qualsiasi altro mondo in cui si voglia curiosare tra le pagine di un libro per trasformarle in una avventura da vivere insieme! afterLAB porta con se un cappello magico, il cappello di un mago, appunto... capace di nascondere storie favolose e divertenti.
 
– Matilde cerca marito
Storia di una principessa, ma soprattutto delle peripezie dei grandi cavalieri che devono convincerla a prender marito! Drammatizzazione e giochi teatrali per vivere e raccontare il “C'era una volta” per eccellenza!
 
 
→ Leggere.
Spesso accade che i ragazzi non riescano a capire e memorizzare ciò che studiano perché hanno difficoltà nella lettura: leggono parole che non comprendono e ci passano sopra senza attenzione entrando in confusione per tutto ciò che è scritto dopo, oppure leggono senza ascoltare le parole che leggono, o ancora, semplicemente, leggono poco, solo per obbligo scolastico. Imparare a leggere e ad amare il suono della nostra lingua complessa può accendere nei ragazzi la scintilla del divertimento allo studio e dell'interesse per la lettura. Questo è l'obiettivo del nostro “giocare a leggere” con loro: lettura di alcuni brani, musicalità della voce, respirazione corretta, leggere ad alta voce per innamorarsi delle proprie letture!
 
→ Rappresentare.
Creare una performance in una o più lezioni. L'evento finale prevede una storia, un prologo, un epilogo ed una coreografia intesa come movimento scenico. Se la lezione è una sola, l'evento teatrale avrà una durata di circa cinque minuti. Scopo sarà quello di costruire una performance dando ai ragazzi delle basi tecniche su cui poggiarsi ma lasciando a loro i contenuti liberando la creatività in un insieme corale e condiviso.
 
 
→ Alice nel Paese dei Diritti.
    con il patrocinio di

 
La Regina di Cuori chiede ad Alice di studiare la condizione dei bambini nel mondo. Alice la prende in parola e, consigliata dal Bianconiglio, esce dal suo libro e si ritrova nella realtà. Passa del tempo e la Regina si interroga su dove possa esser finita la bambina che non si trova da nessuna parte. Ma ecco che finalmente Alice è di ritorno nel Paese delle Meraviglie e porta con se una lunga esperienza e storie da raccontare. Purtroppo nel mondo reale gli adulti sembrano aver dimenticato qualcosa riguardo ai bambini: Alice mostra oggetti, canzoni, lettere, fotografie, insomma le vite di alcuni bambini cui sono stati negati dei diritti e gioca con la Regina per trasformare questa ingiustizia in una importante lezione da ricordare. Il racconto procede con la dovuta leggerezza, Alice ci ricorda i diritti fondamentali senza essere mai troppo seria, giocando con le grandi carte da gioco alte due metri della scenografia, con la voce, con la musica, con elementi di gommapiuma e cartapesta e interagendo con il pubblico di bambini spettatori. Una vivace, colorata e divertente riscrittura del famoso personaggio di Caroll, rielaborata da Amnesty International e da afterLAB per raccontare ai bambini di diritti, di infanzia e di problemi di ieri e di oggi.

A settembre 2012 è cominciato il nostro viaggio di Alice. Vedi le foto e alcuni momenti dello spettacolo

 
→ Arlecchino e l'incantesimo della Tristezza
Spettacolo in tecnica mista attori-burattini

... se un giorno la tristezza impedisse al Carnevale di essere colorato, divertente e giocoso!??! Se ad esempio, un bel giorno, una Strega Musona cacciasse dal suo castello il Principe e addormentasse tutti i sudditi sotto l'incantesimo della tristezza!??! Che brutto Carnevale sarebbe! Ecco perché il coraggioso Principe verrà a chiedere aiuto proprio ai bambini, agli spettatori bambini! Lui, insieme ad alcune Maschere preoccupate per il Carnevale, come la Principessa, Pulcinella e Spiderman, organizzerà con i bambini la guerra di linguacce, gare di coriandoli, risate contagiose e cose così. Ma nessuno di questi esperimenti funzionerà... perchè il Carnevale ha bisogno del suo più esperto ed antico esponente, Arlecchino in persona! Ed infatti, proprio lui troverà la soluzione: una grande Festa di Carnevale, in cui i bambini siano i protagonisti, sarà la chiave per riaprire le porte del castello e riportare il sorriso a tutti, Strega Musona compresa! Insomma il racconto procede con ritmo e leggerezza, si gioca con oggetti, burattini, musiche e scenografia, coinvolgendo continuamente i bambini, per vivere con loro un divertente momento di festa.

Vedi le foto e alcuni momenti dello spettacolo

 
→ Un treno di regali di Natale
Spettacolo in tecnica mista attori-burattini

Natale Cosa succederebbe se Babbo Natale si ammalasse proprio il giorno della Vigilia con un tremendo raffreddore?! Chi penserebbe ai regali? Beh... questo ogni tanto succede! Ed è per questo che Babbo Natale è circondato da buffi ed allegri folletti e da strambe renne parlanti che sono sempre a lavoro per lui! Questi, con l'aiuto degli stessi giocattoli, si lanceranno all'avventura e riusciranno a portare tutti i doni e tanti sorrisi a tutti i bambini del mondo! Lo spettacolo, comico, colorato e pieno di dolcezza, è un gioco interattivo tra l'attrice e i bambini spettatori. Burattini, canzoni e giochi di vario genere aiuteranno il procedere del racconto con grande divertimento e leggerezza.

 
 
→ Laboratorio di teatro per educatori.

È un percorso per educatori e operatori del sociale, non necessariamente con precedenti esperienze teatrali. Lo scopo del Laboratorio è suggerire degli strumenti di comunicazione, interazione e apprendimento che vengono dal mondo del teatro, dalla sua storia e dalle sue ricerche. I partecipanti sperimenteranno i giochi e le dinamiche teatrali proposte, sia come utenti che come conduttori, in un continuo confronto tra esperienza dell'esercizio teatrale e riflessione sulla sua utilità in ambito educativo.

 
→ Il burattino come co-educatore.

Si propone un workshop sull'uso del burattino come strumento educativo. Un confronto con il burattino, inteso non necessariamente come personaggio di favole, narrazioni e del “teatrino” comunemente inteso, ma come figura “vivente” e allo stesso tempo “magica” agli occhi dei suoi spettatori (bambini e non), che possa affiancare l’insegnante, l'operatore, l’educatore nel rapporto con loro, come co-educatore.

 
→ Corso per operatori teatrali per bambini.

Formazione base per utilizzare il “nostro” teatro con i bambini. Proposta dei nostri giochi teatrali e dei nostri metodi di conduzione teatrale con i bambini in progetti scolastici e non.

A seguito di questo corso, c’è possibilità di un inserimento lavorativo con la nostra associazione.